Isee

L'ISEE
home demand 642

NOVITA' - NUOVO  ISEE dal 01/01/2015

L'Ise (indicatore della situazione economica) e l'Isee (indicatore della situazione economica equivalente) sono parametri che attestano la situazione economica del richiedente, utilizzati da Enti o da Istituzioni (ospedali pubblici, Asl, scuole, università ecc.) che concedono prestazioni assistenziali o servizi di pubblica utilità.

A partire dal 01 Gennaio 2015 sono variati i criteri di valutazione del reddito e del patrimonio ed è stato rafforzato il sistema dei controlli sulle dichiarazioni presentate, in modo da garantire maggior equità nella concessione delle agevolazioni.

Le principali novità introdotte sono:
- MINORE AUTOCERTIFICAZIONE: molti dati reddituali sono attinti direttamente dagli archivi dell'Agenzia delle Entrate e dell'INPS;
- DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) MODULARE: all'interno della dichiarazione sono diversi modelli, da utilizzare in funzione della prestazione che si intende richiedere e delle caratteristiche del nucleo familiare. E' sufficiente compilare il soli dati applicabili alla propria situazione.
Nello specifico, sono presenti tre dipi di dichiarazione:
1. DSU MINI - Consente di calcolare l'ISEE Ordinario, valevole per la maggior parte delle prestazioni sociali agevolate;
2. DSU INTEGRALE - da compilare nel caso si richiedano prestazioni relative al diritto allo studio universitario oppure prestazioni socio-sanitarie. E' inoltre da utilizzare qualora siano presenti particolari situazioni familiari (ad es. disabilità, genitori non coniugati e non  conviventi tra di loro);
3. DSU ISEE CORRENTE - da compilare in caso di significative variazioni della situazione lavorativa di uno o più componenti il nucleo familiare rispetto la DSU già presentata. Ha validità di due mesi dalla presentazione della DSU.

La DSU può essere presentata direttamente all'Ente che fornisce al prestazione sociale agevolata, oppure al Comune, ad un centro di assistenza fiscale (CAF) o alla sede INPS presente sul territorio. Il richiedente può inoltre presentare la dichiarazione direttamente all'INPS in via telematica, collegandosi al sito dell'Inps ed accedendo nell'apposita sezione utilizzando il PIN dispositivo rilasciato dall'INPS.
Il conteggio dell'ISEE viene reso disponibile entro 10 giorni lavorativi dalla richiesta ed ha validità fino al 15 gennaio dell'anno successivo.

Attenzione: le attestazioni ISEE rilasciate nell'anno 2014 (con il vecchio sistema di dichiarazione e conteggio) non possono più essere utilizzate per la richiesta di nuove prestazioni sebbene non sia ancora trascorso un anno dal rilascio, ferma restando la validità della stessa per le prestazioni già richieste.


Per saperne di più, per scaricare la modulistica o per effettuare direttamente la compilazione dell'ISEE on-line, visita l'apposita sezione sul sito dell'Inps

 



L'ASSEGNO DI MATERNITA'

CICOGNA

L'assegno di maternità dei Comuni (art. 66 L. 448/98), spetta per ogni figlio nato alle donne che non beneficiano di alcun trattamento economico per la maternità (indennità o altri trattamenti economici a carico dei datori di lavoro privati o pubblici), o che beneficiano di un trattamento economico di importo inferiore rispetto all'importo dell'assegno (in tal caso l'assegno spetta per la quota differenziale).

Alle medesime condizioni, il beneficio viene anche concesso per ogni minore in adozione o affidamento preadottivo purchè il minore non abbia superato i 6 anni d'età al momento dell'adozione o dell'affidamento (ovvero la maggiore età in caso di adozioni o affidamenti internazionali). Il minore in adozione o in affidamento preadottivo deve essere regolarmente soggiornante e residente nel territorio dello Stato.

Per ottenere l'assegno il reddito e il patrimonio del nucleo familiare della madre non deve superare il valore dell'indicatore della situazione economica ISE  vigente alla nascita del figlio.

La domanda va presentata al Comune di residenza della madre entro il termine di sei mesi dalla nascita del figlio.

L'erogazione dell'assegno avviene entro 45 giorni da quando l'Inps riceve i dati trasmessi dal Comune.

Per richiedere l'assegno occore presentare domanda sull'apposito modulo allegando la dichiarazione sostitutiva unica Ise

Scarica il modulo di domanda   doc      pdf

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell'Inps

 


 

L'ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE CON TRE FIGLI MINORI

CICOGNA3BIMBI

L'assegno ( art. 65 L. 448/98), è previsto per i nuclei familiari con almeno tre figli minori e che dispongono di patrimoni e redditi limitati (non superiori al valore ISE previsto per l'assegno).

La domanda dev'essere presentata al Comune di residenza entro il termine perentorio del 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale viene richiesto l'assegno.

L'assegno viene erogato per il numero di mesi in cui sono stati effettivamente presenti i tre minori e fino ad un periodo massimo di dodici mesi e tredici mensilità.

L'Inps paga gli assegni (con le modalità indicate dal richiedente) con cadenza semestrale posticipata: pertanto saranno erogati due assegni, ciascuno con l'importo totale dovuto nel semestre precedente.

E' possibile cumulare l'assegno con analoghe provvidenze erogate dagli enti locali e dall'Inps, come l'assegno di maternità.

Per richiedere l'assegno occorre presentare l'apposita domanda allegando la dichiarazione sostitutiva unica Ise.

Scarica il modulo di domanda    doc     pdf

Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito dell'Inps

Anutel IUC2017

Applicativo ANUTEL per il conteggio dell'IMU

(Ricordiamo che il conteggio TASI verrà inviato ai contribuenti direttamente dal Comune)

banner calcoloiuc2017 150x72

 

Riciclo garantito

Art Bonus

logo artbonus

Bussola della trasparenza

 

bussola-report

Traduttore Automatico

Italian English French

Gallerie Fotografiche

Link utili

Deposito File

Area Riservata

Accessibilità